L’ambiente (Percorsi naturalistici incantevoli)

 
La superficie totale del territorio di Maletto è di 4.088 ettari. Di questi, 3.564 ricadono all’interno del Parco dell’Etna. Si colloca in un ambiente naturale tra i più integri e suggestivi con il vulcano Etna che domina dall’alto tutto il territorio costituito da fitti boschi di alberi di querce, faggi, pini, lecci, castagni che si alternano a vaste aree di terreno sciaroso , dove è possibile osservare conetti vulcanici, segni delle passate eruzioni. Secondo molti naturalisti, il territorio di Maletto, oggi rappresenta un angolo dell’Etna dove la natura non è stata alterata.

Nel suo territorio sono situati molti crateri spenti: monte Maletto (metri 1.771), monte Guardirazzi (metri 1.974), monte Pomarazzo (metri 1.254) e monte Scavo (metri 1.785). La bellezza del territorio suscita particolare interesse agli amanti della montagna. Sono molteplici le escursioni che si possono effettuare, come ad esempio quella sulla rupe arenaria di pizzo Filicia o sui monte La Nave e Maletto e sui sentieri della Fragola, Castagne e Masserie. Da questi monti lo sguardo spazia fino a Mongibello e la varietà di colori, di odori, di paesaggi è unica. Se si va lungo le rive del lago di Gurrida e si è fortunati si possono avvistare parecchie specie di uccelli migratori. Tutto il territorio di Maletto è ricco di fauna e si possono osservare martore, lepri, ghiri, istrici, gatti selvatici, e tante specie di uccelli, come il picchio rosso ed il merlo.

Palmento del campiere: risale al 1800 e fu costruito al centro di una zona a quel tempo ricca di vigneti, nei pressi di un laghetto stagionale le cui acque in inverno ghiacciano. Costituito da pigiatoi in materiale lavico e torchio, vite e dado in legno con contrappeso in pietra, è stato di recente restaurato. Si tratta di una importante testimonianza etno-antropologica della zona.

Parco comunale sub-urbano “Pizzo Filicia”: istituito dal comune nel 1988, era stato già previsto nel decreto istituivo del Parco dell’Etna. Si estende per circa 16 ettari ed è costituito dalla collina “Pizzo Filicia” (metri 1.140), che sovrasta l’abitato di Maletto. E’ un punto panoramico posto a cavallo fra il Parco dell’Etna e quello dei Nebrodi, che consente una visuale totale di eccezionale bellezza. Il parco custodisce e conserva peculiari varietà vegetali endemiche.