241 mila euro per il Mercato Coperto di Bronte


 

Fondi europei per valorizzare ed utilizzare il mercato coperto di via Mosè. Li ha ottenuti il Comune che ha ricevuto dal Gal Etna un finanziamento di 241 mila euro per l’acquisizione di beni e servizi necessari a trasformare una parte della grande area area, in un efficiente mercato dei prodotti tipici locali. “Il mercato coperto – afferma il sindaco Firrarello – rappresenta una grande risorsa che dobbiamo utilizzare al meglio affinché si trasformi in un volano per l’economia con ricadute positive nel territorio. Certo se avessi deciso io quando è stato chiesto il finanziamento lo avrei progettato in un altro sito, ma sono convinto che con le giuste iniziative questo possa diventare la naturale vetrina dei nostri prodotti”.
E Firrarello cogliendo l’occasione dei bandi pubblicati dal Gal Etna, ha chiesto agli uffici comunali di partecipare. E così l’Area sviluppo economico, ha preparato il progetto, oggi premiato dal Gal. «Il progetto – afferma il responsabile dell’Area Nino Minio – intende sviluppare attività e servizi all’intero del mercato, attraverso 3 direttrici. La prima per creare una efficiente “governance” che possibilmente coinvolga anche i Comuni vicini, la seconda per creare assistenza ai fruitori e la necessaria promozione turistico enogastronomica, ed infine la terza per dotare la struttura delle attrezzature necessarie.» Ed in effetti, fra le altre cose, il progetto prevede l’acquisto di gazebo espositivi per gli operatori locali, l’installazione di un sistema di videosorveglianza ed il cablaggio dell’intera area.
“Il nostro obiettivo – conclude il sindaco – è quello di intercettare quella nicchia di turismo enogastronomico che negli ultimi anni ha segnato un trend in ascesa. Bronte ha tutto per raggiungere questo obiettivo, vantando storia, cultura ed un patrimonio ambientale invidiabile, oltre naturalmente ad un ricco paniere dei prodotti tipici. Una cittadina per crescere ha bisogno di svilupparsi in diversi settori, – conclude – il turismo dei prodotti tipici è uno di questi”.

BronteInsieme

Pubblicità