Una truffa ai danni dell’Inps col sistema dei falsi braccianti agricoli è stata scoperta dalla Guardia di Finanza a Bronte. Diciannove gli indagati


 

Erano stati assunti come braccianti da una cooperativa agricola e impegnati nella coltivazione di terreni. Ma tutto, dall’attività lavorativa ai terreni di proprietà, era tremendamente falso e la finalità della società era soltanto quella di percepire le indennità di disoccupazione e altri benefici previdenziali. Diciotto falsi braccianti, alcuni parenti tra loro, e il legale rappresentante della “Agrimec”, cooperativa con sede fittizia a Catania, sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Catania, per falso in atto pubblico e truffa aggravata ai danni dello Stato. L’indagine, avviata un anno fa dalla Guardia di Finanza, ha portato a scovare la truffa; il danno per l’Inps è stimato in 45 mila euro. Nel 2010 la cooperativa aveva falsamente comunicato di aver collocato in attività lavorativa i diciotto braccianti per un totale di oltre 2.200 giornate.

Gazzetta di Sicilia – 13.11.2012

Pubblicità