Operazione “previdenza sociale”, arrestate due donne


 

E’ stata denominata Previdenza sociale l’operazione condotta dai Carabinieri a Bronte finalizzata al contrasto delle truffe ai danni degli anziani. A finire in manette Giovanna Fiaschè e Veronica Crescimone, rispettivamente 36 e 12 anni. Le donne sono entrambe pregiudicate per furti e truffe. I carabinieri le hanno localizzate a Siracusa dove risiedevano e da dove erano partite il maggio scorso per truffare una malcapitata coppia di 83enni di Bronte. Le due arrestate erano riuscite a raggirare gli anziani spacciandosi per due funzionarie dell’Inps.

I due coniugi, ignari della reale identità delle due imbroglione, si erano fidati e, allarmati da un prospettato accertamento futuro su alcune indennità indebitamente percepite, non si erano preoccupati di seguirne gli spostamenti all’interno dell’abitazione. Soltanto quando le due donne erano andate via si erano accorti che erano scomparsi 1.200 euro in contanti e alcuni gioielli fra cui una catenina e una fede nuziale di cui le due erano entrate in possesso dopo aver convinto i due a toglierseli di dosso per godere di un massaggio rilassante volto ad allontanare la tensione che aveva generato la loro visita.

Le indagini hanno consentito di scoprire episodi analoghi commessi in diversi centri della provincia. Le due truffatrici potrebbero essere implicate in altre truffe dello stesso genere commesse negli ultimi mesi. Sono attualmente in corso delle indagini ulteriori per verificare quest’ipotesi.

EcoDiSicilia.com – 05.10.2012

Pubblicità