Tagliamo gli stipendi d’oro dei PARLAMENTARI! Andiamo tutti a Firmare a MALETTO!


 

Girovagando su Facebook abbiamo letto una notiziona. E’ partita la raccolta firme per il referendum (abrogazione art. 2 – legge 1261 del 1965) per tagliare gli stipendi d’oro dei parlamentari. Ogni cittadino puo’ firmare presso l’ufficio elettorale del Comune di Residenza. Entro il 26 luglio del 2012 bisognerà raccogliere almeno 500.000 firme. Diamo una mano a noi stessi e andiamo numerosi a firmare.

Ovviamente nessuno ne parla, perché la stampa è ricattata dai partiti politici che potrebbero bloccare il finanziamento pubblico ai giornali. Noi di MalettoWEB non abbiamo mai ricevuto soldi da nessuno, quindi non vediamo per quale motivo oltre a non riceverne se li devono prendere tramite le nostre tasse.

E’ da Maggio che si puo’ firmare e nessuno sapeva niente. Se non si raccolgono le firme il referendum non si fa.. e loro vogliono proprio questo. Organizziamoci per bene e firmiamo tutti. Noi andremo Lunedì Mattino, chiunque vuol venire con noi ci contatti. L’Ufficio Elettorale del Comune di Maletto dovrebbe coincidere con l’Ufficio Anagrafe, ma volendo informarci non costa nulla.

AGGIORNAMENTO DEL 10.07.2012 ore 13:23 di Marco Gulino:

Mi sono personalmente recato al Comune di Maletto, precisamente all’Ufficio Anagrafe, e alla mia richiesta di firmare per il referendum, l’impiegata ha tranquillamente uscito il modulo impolverato da dentro un cassetto in basso nel bancone. Con mio stupore ho trovato circa 6 firme, credevo di trovarne molto meno, bella roba, ho dato la mia Carta d’Identità e compilato il modulo ho firmato.

Non ho letto i nomi di chi ha firmato, in fin dei conti non è importante chi sia stato, anche se non c’è proprio nulla da vergognarsi. Il fatto a mio avviso grave è che su 15 consiglieri Comunali vorrei sapere chi è andato a firmare. Di certo, non volendo proprio vedere il marcio ovunque, ne mancano almeno 9, sia di Maggioranza che di Minoranza. E’ bellissimo sentire nei Consigli Comunali che bisogna tagliare la spesa, che bisogna risparmiare, ma quando si tratta degli stipendi dei PARLAMENTARI nessuno dice niente. Forse perché hanno paura che il loro POLITICO DI RIFERIMENTO li butti fuori dal partito se legge la loro firma? Bene, io potrei anche essere d’accordo con le vostre opinioni, però ditelo chiaro.. dite: “IO NON FIRMO PERCHE’ SONO A FAVORE DEGLI STIPENDI MEGA-GALATTICI DEI PARLAMENTARI” e poi vediamo il prossimo anno se la gente è d’accordo con voi e vi rivota.

E non solo, TUTTI i dipendenti del COMUNE, specialmente quelli dal futuro incerto, DOVE SONO? Hanno firmato? MALETTO ha un altissimo numero di dipendenti Comunali, solo con il loro primissimo nucleo familiare si sarebbero raggiunte le 300 firme minimo.

A Maletto, purtroppo, ci sono tanti quaquaraquà, e ho imparato che si mostrano onesti e limpidi solo quando c’è bisogno di fare vetrina.. per un certo tornaconto.. ma la maggior parte di noi MALETTESI siamo persone serie e attente… per colpa dei primi ci andiamo di mezzo tutti.

E’ divertente anche notare come molti ragazzi che fanno discorsi di POLITICA ALTOLOCATA, leggono FACEBOOK come lo leggo io e di conseguenza non possono dire che non hanno percepito la notizia, più che altro perché TANTISSIMI mettono il “Mi Piace” quindi, o sono mentecatti che cliccano “ad minchiam” o forse sono pigri e non vogliono alzare il culo dal PC per spendere quei 20 minuti per una giusta causa, forse sono quelli che tutto sommato sanno di avere le spalle coperte, NON HANNO un futuro incerto come la maggior parte di noi invece.

Ci organizzeremo in questi giorni per RACCOGLIERE più firme possibili, DOPO QUESTO MIO APPELLO vediamo quante firme trovo su quel modulo nei prossimi giorni quando tra amici e parenti li porterò sempre all’Ufficio Anagrafe per fare il loro dovere di Cittadino. Ah, dimenticavo una cosa importante, chi NON FIRMA non avrà più il diritto di parlare MALE dei POLITICI… me lo annoterò a vita e vi uscirò questo discorso fino alla vostra morte.

Non perdiamo questa occasione. Facciamo quanto meno la nostra parte nel nostro COMUNE. Mettiamo un VERO MI PIACE a questa iniziativa.

F.to Marco Gulino

Pres. Associazione Culturale Foglia Etnea

Ps.: L’articolo contiene parole che alcuni definiscono volgari quando le sentono dire dagli altri. Ma poi le definiscono “fighe” se le pronunciano loro.

Pubblicità