Educazione ambientale e solidarietà, nella sede dell’Ente l’iniziativa “Fratelli” dell’Anffas Catania


 

E’ stato presentato nella sede del Parco dell’Etna, l’ex Monastero Benedettino di San Nicolò La Rena a Nicolosi, il progetto “Fratelli e Disabilità, Ambiente e Cultura”, iniziativa a carattere sperimentale promossa dall’ANFFAS (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o relazionale) Onlus di Catania nell’ambito scolastico e rivolta ai fratelli e sorelle che hanno all’interno del proprio nucleo familiare un parente con disabilità, anche con l’obiettivo di valorizzare contemporaneamente le risorse ambientali e culturali del territorio, strumenti privilegiati per il miglioramento della qualità di vita.

Il rilevante significato dell’iniziativa sotto il profilo educativo e sociale è stato testimoniato dalla presenza del Provveditore agli studi di Catania Raffaele Zanoli e della funzionaria responsabile del settore “Salute” Angela Rapicavoli, accolti dal commissario straordinario del Parco Ettore Foti, insieme al responsabile dei rapporti con le scuole Francesco Pennisi, al vulcanologo Salvo Caffo, al direttore della Banca del Germoplasma etneo Luciano Signorello.

Il commissario Foti ha sottolineato “il fondamentale valore strategico, tra le attività del Parco dell’Etna, dell’educazione ambientale e del rapporto costante con il mondo della scuola, da sviluppare con iniziative a raggio sempre più ampio. Iniziative non solo a scopo didattico, ma anche per il pieno coinvolgimento delle nuove generazioni sul tema della sostenibilità ambientale, per contribuire a debellare la piaga dei rifiuti nel Parco”. E il provveditore Zanoli, che ha visitato con grande interesse la sede del Parco e la Banca del Germoplasma, ha aggiunto: “Sappiamo che il nostro vulcano e il suo territorio sono particolarmente amati in tutto il mondo, è nostro compito e obiettivo primario promuoverne una sempre maggiore conoscenza tra i nostri giovani nelle scuole”.

Foti e Zanoli hanno concordato sulla importanza di una pianificazione, per il prossimo anno scolastico, di un sempre più intenso programma di visite delle scuole non solo etnee nella sede e nel territorio del Parco dell’Etna.

Antonella Di Blasi, presidente dell’ANFFAS di Catania, ha spiegato che il progetto “Fratelli” ha voluto premiare il gruppo dei partecipanti individuati attraverso la selezione dei migliori elaborati sul tema “Io e mio fratello/sorella: sentimenti e risentimenti”, sviluppati dagli alunni delle classi delle Scuole Secondarie di 1° grado. E così, accompagnati dai genitori, i ragazzi premiati (Daniele e Sebastiano, Paolo, Chiara e Sharon) si sono riuniti nella sede del Parco, per la visita all’ex Monastero.

Tra i patrocinatori del progetto un ruolo importante ha avuto il Rotary Club Catania Duomo 150, rappresentato per l’occasione da Antonino Prestipino, Antonio Cacciato Insilla e Ferruccio Ciardillo. Presenti al Parco anche esponenti dell’Associazione “Etna e dintorni”, che ha curato gli aspetti organizzativi.

UFFICIO STAMPA PARCO DELL’ETNA – Gaetano Perricone – 02.07.2012

Pubblicità