L’Etna Doc di “Al Cantàra” di Randazzo al Prowein in Germania e al Vinitaly


 

Vino: l’Etna Doc dell’azienda Al Cantàra di Randazzo al Prowein in Germania e al Vinitaly di Verona. Testimone della Sicilia più dinamica impegnata a produrre eccellenze nel rispetto della natura. L’Etna, simbolo per eccellenza della vulcanica natura siciliana, dell’energia della sua gente e di una viticultura unica al mondo per l’estrema varietà del suo clima mediterraneo e del suo suolo ricco di minerali, sarà presente con i vini dell’Azienda Al-Cantàra di Contrada Feudo a Randazzo (Ct) al Prowein di Dusseldorf (dal 4 al 6 marzo, stand D86 nella Hall 03.), la più importante fiera internazionale del vino in Germania, e in seguito alla 46/a edizione del Vinitaly di Verona (dal 25 al 28 marzo, Stand della Regione Siciliana, settore Camera di Commercio di Catania/Etna).

Testimone della Sicilia più dinamica, espressione di generazioni di viticultori dell’Etna che eroicamente, e nel rispetto della natura, convertono sin dall’antichità aspri terreni di natura vulcanica in vigneti e frutteti razionali, l’azienda Al-Cantàra di Pucci Giuffrida presenterà a Dusseldorf la sua produzione di qualità. A cominciare dall’Etna Doc “O’ scuru o’ scuru” – dedicato come tutti i vini a sonetti del poeta Nino Martoglio – che, prodotto da cultivar autoctone come Nerello Mascalese e Nerello Cappuccio e affinato in barriques, al suo debutto ufficiale al Vinitaly 2008 ha conquistato il Diploma di Gran Menzione, unico vitigno di tutta la fertile provincia etnea. Ma anche bianchi, rossi e rosati Igt di Sicilia, il passito “Lu Disìu” da uve Gewürztraminer – vitigno aromatico d’origine altoatesina – e infine “A Tistimunianza”, l’olio extravergine d’oliva frutto della molitura di Nocellara Etnea.

CINQUEW.it

Pubblicità