Dopo oltre dieci anni ritorna al Comune Piano dei Grilli


 

Con la consegna ufficiale della chiavi, il Comune si è definitivamente riappropriato della Casermetta di Piano dei Grilli, che il Parco dell’Etna ha restaurato e trasformato in uno dei punti base per l’escursionismo più belli del nostro Vulcano. Si è svolta, infatti, questa mattina all’interno del Palazzo municipale la cerimonia di consegna delle chiavi che il commissario del Parco dell’Etna, Ettore Foti ha affidato personalmente al sindaco Pino Firrarello. “Per noi – ha affermato il senatore in un comunicato – la casermetta di Piano dei Grilli rappresenta la porta naturale verso le meraviglie dell’Etna”. “Il Comune affidò la Casermetta al Parco – ha affermato il commissario Foti – oltre 10 anni fa. Era diroccata. Oggi è il fiore all’occhiello dell’Area protetta”.
Presenti alla cerimonia anche l’assessore Petralia, il consigliere Saitta, gli esperti Francesco Spitaleri, Nino Paparo e Pippo Pecorino, assieme al dott. Francesco Pennisi e all’ing. Giuseppe Di Paola del Parco.
La casermetta si trova nella zona “C” del Parco e può essere raggiunta con i mezzi gommati attraverso una caratteristica strada in basalto lavico dalla quale possono essere ammirate le caratteristiche “lave cordate” (pahoehoe) di rilevante interesse naturalistico ed ambientale. A circa 1200 metri di altezza offre una vista panoramica dell’Etna mozzafiato, aria buona e tanta natura. Chi dalla Casermetta di si avventurerà verso il vulcano si immergerà in un “bagno” di ginestre grandi come alberi che introducono fitti boschi di lecci e roverelle.
“La casermetta – ha concluso il sindaco – ci consentirà di offrire diversi servizi all’escursionista, oltre a belle passeggiate verso monte Egitto o monte Minardo. Ringrazio il Parco per averci restituito una struttura che speriamo diventi presto il volano dell’economia legata al turismo ambientale”.

BRONTEINSIEME

Pubblicità