Bronte – Approvato il progetto del polivalente


 

Un’altra opera pubblica di grande utilità e valore economico a Bronte. La conferenza speciale di servizi, organizzata dal Genio civile di Catania, ha approvato il progetto esecutivo dell’istituto scolastico Polivalente per l’istruzione secondaria superiore, che il presidente della Provincia di Catania, Giuseppe Castiglione, ha inserito nel piano triennale delle opere pubbliche, con un finanziamento di 12 milioni di euro.

Alla seduta hanno partecipato personalmente l’ingegnere capo del Genio civile di Catania, Salvatore Ragusa con gli ingegneri Carmelo Puglisi e Antonio Leone. Con loro il rup Salvatore Roberti, il capo dell’Ufficio tecnico del Comune di Bronte, Salvatore Caudullo, l’architetto Carmelo Salanitro della Soprintendenza ai Beni culturali di Catania, il progettista ing. Lorenzo Capace, il dott. Francesco Del Campo dell’Asp e l’ing. Ferdinando Franco vice comandante dei Vigili del fuoco di Catania. Esaminato il progetto, tutti hanno espresso parere favorevole e così il prossimo passo dovrà essere quello della gara d’appalto.

A volere questo nuovo edificio scolastico è stato il sindaco di Bronte, Pino Firrarello, per soddisfare al meglio le esigenza degli studenti brontesi.

“Un Polivalente a Bronte è quanto mai utile e necessario. – ci dice, infatti, il sindaco – Se fate una verifica vi accorgerete come non tutti i nostri istituti sono in condizione di offrire le aule e gli ambienti di cui ha bisogno una scuola moderna. Il Collegio Capizzi, per esempio, che ospita il liceo classico, per noi rappresenta il tempio della cultura ed del sapere, ma non può ospitare i laboratori, le aule mensa e la palestra che garantiscono funzionalità ed efficienza ad una scuola moderna. Questo progetto che oggi è stato approvato è già inserito nel piano triennale della Provincia, con cui abbiamo raggiunto un accordo dove noi individuiamo l’area e loro lo realizzano.

Per questo – conclude Firrarello – è doveroso ringraziare sia tutti i coloro che hanno partecipato alla conferenza dei servizi presso il Genio civile, ma soprattutto è doveroso ringraziare il presidente Giuseppe Castiglione che, per amore del territorio e riconoscendo l’importanza di avere strutture scolastiche all’avanguardia, si è intestato il compito più difficile, ovvero quello del finanziamento”.

Costituito da 4 corpi di fabbrica, a diverse elevazioni, che ospitano aule, uffici, l’aula magna e la palestra tutte collegate.

Ad est della palestra è stata realizzata la sala mensa. Ogni aula è grande circa 50 metri quadrati, ma ce ne sono anche di circa 78. Spaziosa la palestra coperta, grande circa 672 metri quadrati, con la mensa che raggiunge i 400.

Sito in contrada “Sciara S. Antonio” a pochi passi dall’Istituto commerciale e dalla costruenda caserma dei carabinieri, il nuovo istituto ospiterà 30 aule per complessivamente 750 studenti. Il progetto prevede l’istallazione di impianti tecnologici all’avanguardia sul piano della sicurezza e del risparmio energetico, mentre l’intero complesso scolastico è stato realizzato tenendo conto delle norme sull’abbattimento delle barriere architettoniche, in modo da assicurare una ottimale fruizione da parte dei diversamente abili. Per realizzarlo ci vogliono ben 12 milioni di euro che a Bronte considerano il giusto investimento per la cultura ed il futuro dei giovani.

CORRIERE DEL SUD

Pubblicità