Arte e folclore al Castello Nelson. Bronte promuove il carretto in Europa


 

Bronte custode della cultura siciliana e dei tradizionali carretti siciliani. Il Comune, infatti, nella qualità di capofila del Distretto Culturale Taormina Etna, ha presentato all’authority delegata direttamente da Bruxelles un progetto del valore di circa un milione e 300 mila euro, dal titolo “Contes Méditerranéens”. Il progetto punta a promuovere il turismo, le tradizioni e le risorse locali, servendosi del fondi previsti dal “bando per progetti standard” indetto dall’Unione Europea, attraverso il Programma “Enpi Cbc Med – Cooperazione Transfrontaliera nel Mediterraneo” e punta a creare, fra le altre cose, un museo del carretto siciliano.

“La valorizzazione del turismo – afferma il sindaco Firrarello – è da sempre stato fra gli obiettivi principali della nostra azione amministrativa. Bronte vanta risorse storiche ed ambientali di assoluto pregio, ma anche una ricca collezione di carretti siciliani che possono suscitare l’interesse degli studiosi e dei turisti. Non dimenticate – conclude – che questi carretti con i loro fregi, gli intagli e le decorazioni pittoriche, sono preziosi oggetti d’arte artigianale ed uno dei simboli classici dell’iconografia folcloristica siciliana”.

Per partecipare al bando europeo il Comune ha dovuto attivare una partnership di cooperazione internazionale con altre importanti istituzioni specializzate nel settore della valorizzazione del patrimonio culturale: il “Petra Forum for Cultural Awareness and heritage Preservation” (Giordania), la “Association Tunisienne de Sauvegarde des Jeux et Sports du Patrimoine” (Tunisia) e il “Centre de Conservation du Livre” (Francia).

E se gli altri partner hanno promosso il loro patrimonio come i giochi tradizionali della Tunisia, i rituali di musiche e danze dei Beduini della Giordania e le chansons dei Bardi provenzali della Francia, noi grazie al lavoro del dott. Salvatore Spartà e del dott. Oreste Lo Basso, abbiamo puntato alla creazione di un network di musei ed un festival itinerante, con rievocazioni storiche, spettacoli di danza e musiche tradizionali, insieme a conferenze e seminari inerenti la tematica portante.

In particolare a Bronte, presso la suggestiva location del Castello Nelson, sarà allestita una ricca esposizione di carretti siciliani con laboratori sulle tecniche di costruzione e decorazione, grazie alla preziosa collaborazione dell’associazione “Museo del Carretto Siciliano” di A. Gullotti, che da anni raccoglie con passione e custodisce tali importanti testimonianze dell’identità siciliana.

BronteInsieme

Pubblicità