La prima nevicata crea molti disagi sulla statale SS284 e nei comuni vicini


 

Prima neve sul versante settentrionale dell’Etna per la gioia dei bambini che si augurano di poter trascorrere un “bianco Natale”, ma anche primi disagi per gli automobilisti. La neve, attesa da giorni, è puntualmente arrivata lunedì sera intorno le 22, costringendo gli spazzaneve dell’Anas ad entrare in azione. Ma è stato ieri mattina che a Maletto e lungo la Ss 284 si sono registrati i maggiori problemi. A Maletto, alle 7, nonostante l’intervento dell’Anas, a sentire numerosi automobilisti, la carreggiata era una vera e propria lastra di ghiaccio che ha bloccato i conducenti meno esperti. Per un lungo tratto in contrada Barbotte e lungo la discesa che conduce a Bronte, la strada era percorribile solo con catene o con pneumatici da neve. Gli altri si sono dovuti arrangiare, prendendo dei rischi.

Così la Polizia stradale di Randazzo ed i carabinieri di Maletto hanno dovuto fare gli straordinari per soccorrere i numerosi automobilisti rimasti di traverso al centro della carreggiata. Poi l’Anas ha messo in azione un nuovo spazzaneve e spargisale e si è avvalsa della collaborazione dello spazzaneve giunto a Randazzo dalla Ss 116 per Floresta e intorno alle 11 il transito sulla 284 è tornato sicuro. Anche gli operatori Anas hanno più volte percorso i tratti più pericolosi della strada, con l’intento di soccorrere gli automobilisti. Parecchi i disagi anche all’interno dell’abitato di Maletto, dove sono caduti circa 8 centimetri di neve, con il sindaco Pippo De Luca che ci ha confermato di avere incaricato una squadra di operai per spargere a piedi sale lungo le strade e di aver chiesto l’aiuto dei vigili del fuoco per liberare la circonvallazione dal ghiaccio che aveva imprigionato numerosi automobilisti e pure un pullman, rimasto bloccato per parecchio tempo. «Intorno alle 9 – ci dice De Luca – abbiamo messo in funzione il piccolo spazzaneve della Provincia».

La neve caduta a Maletto ha bloccato pure il servizio di ritiro della raccolta differenziata anche a Bronte, Maniace e Randazzo. La Aimeri Ambiente, infatti, proprio a Maletto ha allestito il centro di coordinamento per il nuovo servizio ed il deposito di camion e spazzatrici, che a causa delle strade ghiacciate non hanno potuto raggiungere le rispettive destinazioni. Disagi lievi a Randazzo e a Bronte, dove comunque l’Ufficio di Protezione civile ha provveduto a spargere sale sulla circonvallazione, nelle vie Messina e Selvaggi e sulla rampa che conduce all’ospedale per rendere più sicuro il transito delle ambulanze. Qualche disagio alle prime luci dell’alba è stato segnalato anche sulla Ss 120 a Rovitello, frazione di Castiglione, ma l’intervento dello spazzaneve ha presto riportato tutto alla normalità. A Maniace la neve è caduta in abbondanza nelle contrade più a monte, ovvero Semantile, Pizzo e Sant’Andrea, ma il sindaco, Salvatore Pinzone Vecchio non ha segnalato alcun problema alla viabilità.

LA SICILIA – 21.12.2011

Pubblicità