Gettare la spazzatura per strada è reato! Intercettato grazie a uno scontrino.


 

Primi risultati da parte del Comune di Bronte nella lotta contro chi deturpa l’ambiente scaricando in campagna rifiuti e trasformando angoli verdi in micro discariche. A seguito dei controlli, voluti dall’assessore Biagio Petralia, ed  effettuati dal personale del servizio Ecologia ed Ambiente, insieme con la Polizia municipale, sono scattate verifiche per un signore che risiederebbe nel circondario di Adrano, sospettato di aver scaricato rifiuti lungo la strada provinciale 211.

Il personale del Comune, infatti, durante l’attività di controllo del territorio ha visto sulla strada i rifiuti, ed ha iniziato a bonificare l’area. Durante le operazioni però è stato notato che fra i rifiuti era ben evidente uno scontrino fiscale, rilasciato da un supermercato di Adrano, che riportava anche il numero della tessera punti, cui, ovviamente, corrisponde il nome di un cliente. Tanto è bastato per far scattare le indagini che hanno visto coinvolgere anche la Polizia provinciale. “Non nascondiamo  il nostro dispiacere – ha affermato l’assessore Petralia – nel dover intervenire con tanta severità. Purtroppo però, nonostante le campagne di informazione contro chi scarica rifiuti abusivamente, c’è chi ritiene ancora opportuno gettare in campagna di tutto. Ricordo – continua l’assessore – che la legge impedisce di lasciare rifiuti per le strade o nelle campagne, con i trasgressori che rischiano una multa che va dai 106 ai 620 euro. Ci tengo a sottolineare però – continua – che il nostro obiettivo non è quello di vessare i cittadini, ma di salvaguardare l’integrità del nostro patrimonio ambientale”.

Intanto i controlli continuano ed in particolare lungo le strade delle contrade Fiteni, Saragoddio, Barrili, Barbaro,  Schiccitto, Difesa e Cerasa, solitamente teatro di scarichi abusivi soprattutto di rifiuti ingombranti, con l’assessore Petralia che ricorda che è possibile liberarsene gratuitamente. “Chi deve liberarsi di ingombranti ricordo che può telefonare al numero verde 800.911.303 della Joniambiente: personale qualificato provvederà gratuitamente al ritiro direttamente da casa”.

LA SICILIA – 30.12.2011

Pubblicità