Ponti di Ognissanti, Immacolata e Natale in Sicilia


 

randazzoArchiviate le vacanze estive, si comincia a pensare ai ponti festivi che stanno arrivando e poi anche al prossimo Natale.

Primo di tutti il ponte di Ognissanti e poi l’Immacolata per arrivare al Natale che ispira ancora tanto fascino nel mondo. Tutte le cittadine e i paesini a vocazione turistica cominciano a pensare come realizzare sempre più attrazioni con i classici presepi imercatini e quant’altro la tradizione popolare locale suggerisce.

In Sicilia la tradizione popolare prevede ad esempio per il periodo di Ognissanti le tipiche fiere dei “Morti”, mercatini rionali, dove si può trovare di tutto. Mentre per il ponte dell’Immacolata e per il Natale tante sono le iniziative per attirare l’attenzione dei turisti. Si va dalle celebrazioni religiose, come le novene recitate o cantate ai presepi finti o viventi.

A Randazzo piccolo borgo medievale e montano ai piedi del vulcano Etna, durante le ricorrenze di questi ponti si organizzano diverse iniziative religiose e culturali, e poi, data la particolare posizione di Randazzo, si trova nel mezzo dei tre più bei parchi della Sicilia Orientale, i Parchi di Etna, Nebrodi e Alcantara, si organizzano diverse attività di escursionismo a piedi o in bici mtb, legati all’ambiente e alla natura circostante.

Infine, da segnalare a Randazzo una tradizione che riscuote tantissimo successo tra gli abitanti locali e i molti turisti che vi assistono, nella vigilia di Natale e di Capodanno, nei maggiori quartieri di Randazzo, si accendono dei grandi fuochi, fatti con legna che gli stessi abitanti del quartiere, specie i ragazzini e i bambini, raccolgono durate l’autunno. La simbologia dell’accensione di tali fuochi sta a significare il “fuoco” che riscalda la nascita del Bambino Gesù, a Natale mentre a Capodanno “bruciare l’anno Vecchio ” per iniziare con uno migliore.

Pubblicità